Scegliere, Valutare ed Investire: procedura semplificata per gli utenti.
di Gianluca De Simone, Ceo Recrowd.
29/12/2018


Il processo che facilita l’incontro tra l’offerta e la domanda è uno dei punti cardine di una piattaforma di crowdfunding, soprattutto per quanto riguarda quelle lending based.


Le piattaforme di crowdfunding, nel tempo, hanno puntato sulla semplificazione di questo processo, avvicinandosi così all’intermediazione tradizionale e ridimensionando progressivamente il carattere puramente peer-to-peer che caratterizzava il funzionamento delle prime piattaforme. 



Ma questo processo come funziona nello specifico per una piattaforma di lending che ospita progetti immobiliari? 

La piattaforma rende disponibili i progetti immobiliari solo dopo un’attenta valutazione: ad ogni progetto proposto viene assegnato un rating, cioè un giudizio sul suo livello di affidabilità.

Per compensare il rischio, più il livello di questo rating è basso e più i tassi di interesse per i prestatori sono alti.

La solidità aziendale, il business plan dell’operazione proposta e il track record delle operazioni eseguite, sono elementi che influenzano direttamente la valutazione.



Le piattaforme possono dare la valutazione internamente, se possiedono le capacità e le competenze, in caso contrario devono affidarsi ad enti esterni, i quali seguono una procedura propria per assegnarla.

Come spiegato precedentemente, il rating rappresenta un livello di affidabilità del progetto. E a dare credibilità al rating sarà anche la credibilità dell’ente che lo emette.



Il processo di validazione e giudizio del progetto immobiliare è molto complesso, però riguarda solo il proponente e la piattaforma, gli utenti per ogni progetto troveranno questo giudizio semplificato, attraverso una classificazione specifica del rischio.



Gli utenti, quando i progetti vengono resi disponibili dalla piattaforma, possono decidere in massima trasparenza su quale investire oppure optare per una ripartizione automatica del proprio investimento. 

Se scelgono la ripartizione automatica, gli investitori indicano il profilo rischio-rendimento, la durata e l’ammontare complessivo dell’investimento che viene suddiviso dalla piattaforma su più progetti.



Il processo appare complesso, in realtà all’atto pratico le piattaforme rendono la scelta di un progetto e la visione delle specifiche tecniche molto semplice, in modo da aiutare gli investitori ed accompagnarli nell’investimento con un percorso completamente online.



Recrowd, sarà la prima piattaforma a mostrare un elemento differente
riguardante il rischio-rendimento dei progetti immobiliari, tra meno di 3 mesi lo scoprirete... o forse prima.
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli articoli settimanali.
Recrowd srl - Via D. Scarlatti 26, Milano 20124 | Privacy policy | Cookie policy